Prima consulenza gratuita           lun-ven  /  08.30-18.30

AGGIORNAMENTO del 04/10/2021!

Il giorno 30 settembre SIMEST, società del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti, ha annunciato la modifica delle misure legate al Fondo 394, dedicato alle agevolazioni per l’internazionalizzazione delle imprese.

La nuova destinazione si pone l’obiettivo di agevolare la transizione digitale e green in ambito di internazionalizzazione per le imprese, in linea con le missioni del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e dell’iniziativa europea NextGenerationEU, da cui provengono i fondi che ammontano a 1.2 miliardi di Euro, di cui 400 milioni previsti per i finanziamenti a fondo perduto.

 

COSA CAMBIA

Le nuove misure si rivolgono in via esclusiva alle PMI, alle quali offrono contributi a tasso agevolato e a fondo perduto che possono arrivare a coprire fino al 25% degli investimenti, 40% nel caso che ad investire si tratti di imprese con una sede operativa nel Mezzogiorno.

A differenza delle sette misure originariamente previste da SIMEST, i contributi saranno orientati a 3 sole forme di investimento:

  • Innovazione digitale e/o sostenibilità con vocazione internazionale;
  • Partecipazione, in presenza o virtuale, alle fiere/mostre internazionali, anche in Italia;
  • Sviluppo di piattaforme e-Commerce o Marketplace.

Le vecchie misure, come ad esempio quella legata alla patrimonializzazione, pensata per dare sostegno alla solidità patrimoniale delle aziende per accrescerne la competitività all’estero, potrebbero tornare in vigore in seguito ad un rifinanziamento nel futuro.

 

L’apertura del portale è programmata per il prossimo 28 ottobre, ma sarà possibile, grazie all’utilizzo della firma digitale, precaricare il modulo di domanda già a partire dal 21 dello stesso mese, in modo da semplificare l’iter di presentazione delle richieste.

 

Le nuove misure Simest arrivano in un momento cruciale per l’aumento dell’export italiano, in crescita, secondo quanto riportato da “Il Sole 24 Ore”, dell’11 percento nel 2021 rispetto allo scorso anno con un boom recente delle fiere internazionali in presenza.

 

Questi dati, accompagnati dalle recenti iniziative di finanziamento proposte da NextGenerationEU, sono tutti forti segnali della una veloce ripresa, soprattutto a livello internazionale, che sta caratterizzando la nostra economia.