Prima consulenza gratuita           lun-ven  /  08.30-18.30

BANDO AGRIVOLTAICO

Bando Agrivoltaico – Il 13 febbraio 2024 il MASE ha pubblicato il decreto che promuove la realizzazione di sistemi agrivoltaici innovativi di natura sperimentale con l’obiettivo di realizzare almeno 1,04 gigawatt di nuovi impianti mettendo a disposizione dal PNRR 1,1 miliardo di euro.

Un passo importante verso la transizione energetica del settore agricolo che punta a far coesistere la produzione di energia pulita con lo svolgimento delle attività agricole.

Caratteristiche del Bando Agrivoltaico

Per promuovere la realizzazione di sistemi ibridi agricoltura-energia, le imprese agricole che installano un impianto agrivoltaico possono recuperare fino al 40% delle spese sotto forma di contributo a fondo perduto e usufruire di una tariffa incentivante per 20 anni a valere sulla quota di energia elettrica prodotta e immessa in rete.

Le spese agevolabili

Le spese ammesse al bando devono essere sostenute dopo la presentazione della domanda di agevolazione e non possono superare 1500 €/kW per gli impianti con potenza fino a 300 kW e 1.700 €/kW per gli impianti con potenza maggiore di 300 kW.

Oltre ai costi per la realizzazione degli impianti, rientrano anche le spese di fornitura e posa in opera dei sistemi di accumulo, attrezzature per il sistema di monitoraggio previsto dalle Linee Guida CREA/GSE, connessione alla rete elettrica nazionale, opere edili strettamente necessarie alla realizzazione dell’intervento, l’acquisto, trasporto e installazione macchinari, impianti e attrezzature hardware e software e tante altre.

Caratteristiche degli Impianti Agrivoltaici

Perché siano agevolati, gli impianti devono essere di natura sperimentale, ossia devono adottare sia soluzioni integrate innovative con montaggio dei moduli elevati da terra, sia sistemi di monitoraggio che consentano di verificare l’impatto dell’installazione fotovoltaica sulle colture, il risparmio idrico, la continuità delle attività agricole, ecc.

Tra i requisiti necessari, inoltre, l’impianto agrivoltaico deve essere installato su una superficie destinata ad attività agricola pari almeno al 70% della superficie totale ed ad un’altezza tale da consentire di proseguire la coltura dei terreni.

Per poter presentare domanda di agevolazione bisogna attendere l’avviso pubblico del GSE con le date di accesso del beneficio.

Per rimanere aggiornato scrivici qui.