Prima consulenza gratuita           lun-ven  /  08.30-18.30

sponsorizzazione Manaslu

“Alpinisti sono tutti coloro che amano la montagna per quello che è”. Lo leggiamo nell’appassionato diario di una spedizione sugli 8.000 metri del Manaslu, catena dell’Himalaya, in Nepal. “La montagna è esplorazione, dice lo scrittore Erri De Luca, “esplorazione della natura e con lei anche di noi stessi”. Si sente parlare spesso del concetto di limite e l’alpinismo è un po’ questo: volerlo superare il limite per conoscere il nostro reale spazio all’azione.

Il diario dal Manaslu è stato scritto da Matteo Bonalumi, presidente del Collegio Sindacale della Società Gruppo Finservice e CEO di una primaria società nazionale, alpinista per passione. Lo ha scritto con l’energia della vita vissuta di chi decide di abbandonare per un mese il comfort del quotidiano per affrontare la fatica e qualsiasi genere di imprevisto. Incontra valanghe, tempeste di neve, ma incontra pure volti di persone che lo colpiscono e lo motivano: bambini nepalesi straordinariamente sorridenti, sherpa eccezionali ed anche la prima alpinista al mondo, l’unica ad avere scalato tutte le quattordici cime da 8.000 metri senza l’ausilio dell’ossigeno e senza portatori, Nives Meroi. “Persone semplici, disponibili, quasi modeste, qualità di persone straordinarie”, afferma Matteo.

La spedizione del protagonista arriva a 600 metri dalla vetta, quando viene diramato per tutti gli alpinisti un divieto a proseguire per un capriccio del meteo: rischio di congelamento, valanghe e vento impossibile. Inizia la discesa, con la convinzione, sotto le mentite spoglie della speranza, di ritornare ancora, dopo aver dato tutto, oltre ogni limite.

Gruppo Finservice ha sostenuto la sua spedizione sul Manaslu. Siamo sempre presenti quando c’è la passione dell’impresa straordinaria. Combattiamo i limiti e vogliamo andare oltre.